L’orto d’inverno: piccola guida per scoprire che il tempo della natura
non si arresta mai, perché ogni stagione ha i suoi frutti!

“Inverno. Come un seme il mio animo ha bisogno del lavoro nascosto di questa stagione.”
[Giuseppe Ungaretti]

 
Seguire l’ordine della Natura non è solo un doveroso impegno dell’essere umano, ma anche una grande opportunità per far fruttare al meglio il tempo di ogni stagione, e assicurarci la migliore qualità per la nostra alimentazione.

In autunno, con la raccolta delle olive e la produzione dell’olio biologico nel nostro Podere La Croce a Reggello, si conclude il nostro ciclo produttivo e, attendendo l’inizio di un nuovo anno, ci apprestiamo ad organizzare le attività che daranno vita al nuovo.

L’inverno è una stagione dal fascino speciale – il tempo del silenzio e dell’interiorità – il sole sorge più tardi, la natura si ferma, gli animali vanno in letargo e anche l’uomo ha la possibilità di entrare in una dimensione più intima e naturale.

Questo è il tempo dell’osservazione in cui possiamo emozionarci semplicemente nel sentire il freddo pungente sul volto e sulle mani, essere avvolti da una luce tenue e diffusa dove il confine fra cielo e terra scompare, nel vedere un ambiente spoglio, immobile e pur a suo agio.
 

untitled2

In questa atmosfera crepuscolare, dal respiro che si fa fumo, la natura, nel suo riposo, è sempre prolifera e continua a fornirci spunti per dedicarci ad attività nell’orto che richiedono lentezza, una ricchezza che spesso durante le altre stagioni dell’anno dobbiamo accantonare per rispettare i tempi frenetici del ciclo produttivo.

In questo periodo noi passeggiamo nel bosco che circonda il nostro Podere sulle colline di Firenze, sentendocene parte, alla ricerca di fronde profumate di sempreverde (ginepro, alloro, abete) pigne, bacche colorate (rosa canina, edera) e coinvolgiamo i nostri cari nella composizione di ghirlande, centri tavola e piccoli manufatti che decorano le nostre case e fanno vibrare le nostre anime – ricordi indelebili che alimentano il nostro animo fanciullesco, sempre pronto alla scoperta e allo stupore.

untitled3
 
Il nostro orto si prende una pausa di meritato riposo, ci regala gli ultimi ortaggi di stagione come il radicchio, la verza, il cavolo nero (protagonista della famosa Ribollita) e le cime di rapa, per delle sane e saporite ricette che si sposano pienamente con lo spirito dell’inverno, mentre la legna che brucia nel caminetto, illumina queste giornate con la sua calda fiamma.

Per assaggiare le prelibatezze del nostro orto d’inverno, invitiamo a farci visita al Bistrot Il Desco, nel cuore di Firenze, in Via Cavour, dove troverete un menù rigorosamente stagionale secondo il tempo della natura.
 

Scrivici per avere maggiori informazioni!

 

ShareShare on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterPin on Pinterest0Share on LinkedIn0Email this to someoneShare on Tumblr0